Il sesso

DISTINGUERE IL SESSO DEI GUPPY

Per quanto semplice, la distinzione dei sessi sembra essere ancora un dilemma per molti navigati principianti. Eppure la prima cosa che un negoziante può insegnare è proprio questa: distinzione tra maschi e femmine.
Fra tutti i Poecillidi d’allevamento il Guppy sicuramente è quello che palesa in modo chiaro la propria sessualità. Colori sgargianti e coda molto grande sono il primo tratto distintivo nei maschi di guppy. 

                                                                                                                                                                                      MASCHI

In natura il guppy selvatico è molto meno appariscente di quello d’allevamento, eppure la distinzione è molto netta: maschio più piccolo rispetto la femmina, coda poco colorata e piccola, corpo con colori evidenti. Le femmine al contrario sono grandi quasi il doppio, coda normale e senza colori, il corpo di un unico colore grigiastro. In quelli d’allevamento sicuramente cambiano i colori e le dimensioni, ma il concetto distintivo non varia.   

Ma il particolare che rende, la differenza tra i sessi, sicura e inconfondibile, è nel maschio. Il gonopodio, organo riproduttivo che ovviamente, solo il mashio possiede e che permette di fecondare le femmine. Si trova sotto la pancia, vicino alle pinne anali. Quindi nel caso di maschi poco colorati e con coda piccola o di femmine molto colorate, basta osservare la presenza o meno del gonopodio per essere sicuri del sesso del guppy in esame.

IL SESSO NEI PICCOLI

Se nei grandi la differenza di sesso è molto evidente, molto meno lo è nei giovani all’inizio dello sviluppo. Per chi non ha molta pratica la cosa migliore è aspettare la comparsa dei colori nei piccoli maschi. Ma se si desidera iniziare a separare i due sessi il prima possibile è necessario osservare con attenzione le differenze più o meno evidenti tra i maschi e le femmine. In media i maschi iniziano a colorarsi intorno ai 30 giorni, ma ciò dipende molto da come sono stati allevati e dalla varietà. Per esempio, i più precosi in assoluto sono i Blu Moscow, che già a 15 giorni si possono vedere i maschi di colore scuro. Ma la cosa importante è la qualità di crescita, la quale influenza molto lo sviluppo del sesso. Ciò può ritardare la comparsa dei colori anche di 30-40 giorni. In media, la comparsa dei colori avviene prima dello sviluppo del gonopodio dei maschi, quindi la prima distinzione è il colore e non la formazione del gonopodio. Per le femmine invece i colori compaio più tardi, ma la formazione della macchia di gravidanza è molto più precoce. Infatti è più facile distinguere le femmine dai maschi, per la presenza della macchia, che non i maschi per la presenza di colori.

                                                                                                                                                               GIOVANI DI 40 GIORNI

Nelle femmine però può capitare che la macchia non sia sempre cosi scura, come mostrato nelle foto, ma molto più attenuata o addirittura inesistente. Però anche se il colore scuro non è ancora ben sviluppato, l’area è già presente ed infatti è possibile vedere, solo nelle femmine, in corrispondenza della macchia una specie di zona vuota trasparente simile ad una bolla d’aria all’interno del piccolo pesce.

Per fare tutte queste osservazioni è necessario guardare i pesci in controluce. 

                                                                                                                

                                                                                             Maschio di 30 giorni, si inizia a vedere il gonopodio, ma il disegno nella coda già lo distingue dalle femmine